Medita, Gleba!
( ... ecco perchŔ fu fatta l' UnitÓ d' Italia)


- statali e Statalisti -
Si chiama come me - Marina - ed è una giovane signora meridionale, vedova con una figlia a carico, dai brillanti trascorsi professionali - è una giornalista il cui volto , un tempo non lontano, era abbastanza popolare...Per tragiche evenienze di famiglia, fu costretta ad autoemarginarsi dall'attività prevalente che la portava un pò troppo in giro e quindi lontana, spesso, dal giovane marito abbisognevole di cure perchè terminale di cancro...Entrò come "trimestrale" o cottimista nella P.A. e finì per diventare una comunissima, scialba, impiegata statale "di ruolo" , nel settore Finanza.
Ora, con il costo della vita milanese che si attesta essere tre volte superiore al costo della vita nel Meridione (un kg.di pane, a Milano, ondeggia tra le 7.800 / 8.500 lire, a seconda della qualità) la vita, per Marina e la sua piccolissima famiglia - composta da una figlia, un cane bonsai ed un gatto nero,...ormai - finanziata esclusivamente dal bassissimo stipendio mensile passato dallo Stato alla tapina, alla stregua di un vero e proprio "obolo", iscrive di diritto Marina e molti nelle sue condizioni nella categoria dei NUOVI POVERI.
I Nuovi Poveri, sono ancora più poveri dei normalissimi POVERI DI UNA VOLTA perchè a questi ultimi non è richiesta l'obbligatorietà del decoro personale quindi di essere dignitosamente presentabili in un ufficio, ogni mattina, di sostenere aggravi di spesa ai fini della "socialità" ....perchè anche prendere un carnet di biglietti per farsi scarrozzare dall'autobus o dal tram, ogni giorno, andata e ritorno, da casa all'ufficio e viceversa costa, a fine mese, un piccolo patrimonio.....perchè, con la giustificazione che "INTANTO TU, IL POSTO DI LAVORO CE L'HAI QUINDI TACI E PENSA AI PIU' SFORTUNATI DI TE", ogni piccola ribellione di Marina e dei suoi simili viene subitamente archiviata quale pretenziosa, scaricando su "Marina e simili" sensi di colpa tremendi e frustrazioni a non finire. Marina non può chiedere al Ministro per gli Affari Sociali qualche beneficio previsto per le numerose categorie di POVERI NORMALI, non rientrando nelle categorie previste : Ragazze madri, Invalidi, Disoccupati, Extracomunitari, Lavoratori socialmente "inutili", Poveri d.o.c.
Ma scandaloso è quanto di seguito si narra.
Dunque, quando l'acqua è poca e "la papera non galleggia" anche i costi di viaggio, per chi emigrato al Nord voglia tornare a casa per le feste comandate, diventano insostenibili per cui alcuni impiegati statali sono doppiamente sfigati, non potendo permettersi rinfrancanti e frequenti fughe nella propria amata patria d'origine. Gli statali che trascorrono le feste natalizie al chiuso dei loro obsoleti uffici della P.A., sono i più tristi, i più soli.
Nel Natale del '99, Marina faceva parte del piccolo drappello di "sfigati", per cui rimase in ufficio a Milano ma quello era un periodo topico per la P.A.; in particolare per gli Uffici Imposte che se non avessero provveduto alla notifica delle migliaia di accertamenti dei redditi entro il 31 dicembre avrebbero garantito un danno all'Erario, perseguibile penalmente ed economicamente.
Al drappello di sfigati fu quindi imposto, da parte del Supremo Signor Direttore dell'Ufficio II.DD. di Milano, di andare "gambe in spalla" a rinforzare l'organico dei Messi Notificatori del Comune. Chi, meschino, ebbe a rifiutarsi fu minacciato di "censura" per cui tutti i prescelti si caricarono di paccate di accertamenti e moduli di notifica nonchè di carte toponomastiche di Milano e trascorsero la settimana del Natale e del Capodanno "on the road", al freddo, da una casa all'altra ,una portineria ad un'altra...da una bestemmia all'altra, generosamente fornita dai contribuenti visitati a casa (perchè, giustamente, è di cattivissimo gusto portare il beffardo " Buon Natale e Felice Anno Nuovo" di Sua Soavità il Fisco a chi sta approntando cenoni, alberi di Natale, feste e festività nel proprio pieno diritto alla Pace ed alla Serenità in casa propria, durante una ricorrenza Cristiana e non Pagana quindi SACRA!).
La nostra Marina, ricorda di quella settimana soprattutto il gran senso di solitudine e di freddo; quel sentirsi nei panni della Piccola Fiammiferaia di Perrault...quel ritornare a casa, al freddo e al buio delle due sere di vigilia di festa, stanca morta e aver voglia solo di chiudere gli occhi, evitando di pensare ad altre vigilie di altri anni più sereni in una famiglia vera e completa, non agiata ma serena dal punto di vista economico. Ancora oggi, racconta con malcelata emozione quel tragico pianto greco che fece del Natale suo e di sua figlia, in assoluto, uno dei più tristi e VUOTI, come nella migliore iconografia classica di Mario Merola quando attacca o "Lacrime napulitane"...
E' trascorso quasi un anno da quel triste Natale e solo qualche settimana fa, la tapina è stata chiamata in amministrazione, a controfirmare per ricevuta gli emolumenti straordinari relativi alla settimana on the road di dodici mesi prima. Meglio tardi che mai - ha sospirato - mentre attendeva il conteggio e la liquidazione della diaria stabilita... ma per poco non si è lanciata dalla finestra del maniero di Via Manin in Milano, allorquando il "contabile" le ha messo in mano la notevole cifra di lire 33.600!... No, non è un errore di stampa; avete letto bene, trentatremilaseicentolire e senza rimborso delle spese di benzina per il motorino, di qualche taxi preso quando il contribuente notificato risultava residente a casa di Dio, dei ticket di numerosi autobus e tram presi al volo per girare in lungo e in largo una Milano che non le è mai sembrata tanto vasta e dispersiva come in quei giorni!
Praticamente, ogni notifica sarebbe stata valutata intorno alle 1200 lire LORDE.
Dal tempo dell'Unità d'Italia, tutto è saldamente legato alle solide e calde tradizioni; anche le DIARIE STRAORDINARIE, perchè i mutamenti non angoscino troppo delle fragili personalità quali quelle degli statali emigranti per giunta sfigati. Perchè lo Stato è paternalisticamente accanto ad ogni suo figlio : RASSICURANTE, come un VECCHIO PADRE DELLA PATRIA, dal consunto e severo borsellino.
Non una parola, a commento. Solo, lo schema che segue.
Medita, Gleba!
Ciascun Deputato prende al mese
STIPENDIO: LIRE 37.086.079
Stipendio base: 19.325.396
Portaborse (generalmente parente o familiare) : 7.804.232
Rimborso spese affitto: 5.621.690
Rimborso spese (che non si possono dire): 1.001.320
Rimborso spese di viaggio: 2.052.910
Telefono cellulare: GRATIS
Tribuna d'onore negli stati: GRATIS
Tessera del cinema: GRATIS
Tessera Teatro: GRATIS
Tessera autobus - metropolitana: GRATIS
Francobolli: GRATIS
Viaggi aerei nazionali: GRATIS
Viaggi treno carrozza letto: GRATIS
Circolazione autostrade: GRATIS
Corso lingua straniera: GRATIS
Piscine e palestre: GRATIS
Vagone rappresentanza delle F.S.: GRATIS
Aereo di Stato : GRATIS
Uso di Prefetture e di Ambasciate: GRATIS
Cliniche: GRATIS
Rimborso spese mediche: GRATIS
Assicurazione infortuni: GRATIS
Assicurazione in caso di morte: GRATIS
Auto blu con autista: GRATIS
GIORNALI : (leggono giornali gratis per 129 milioni al mese)
RISTORANTE: (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per 2.850 milioni di lire)
LIQUIDAZIONE : (per ogni anno di mandato intascano uno stipendio)
PENSIONE: (ogni 35 mesi di presenza i parlamentari si possono mettere da parte una pensione di 4.762.669 arrivando ad oltre 20 milioni al mese, che possono unire ad altre pensioni)
FINANZIAMENTO AI PARTITI: (ogni mattina i partiti sottraggono alle casse dello Stato 1.414 milioni)
CARTA IGIENICA : (ogni anno spendono 100 milioni di carta igienica)
INDENNITA' DI CARICA: (da 650.000 circa a 12.500.000 [per il presidente della Camera], i quali ultimi - come la signora Pivetti - quali ex presidenti della camera dei deputati, hanno diritto per tutta la vita ad una auto blu e una scorta 24 ore su 24 al suo servizio)
RIMBORSO SPESE ELETTORALI: 200.000.000 in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti
SE FONDANO UN GIORNALETTO: ricevono 50.000.000 all'anno
E' STATO CALCOLATO CHE LA SOLA CAMERA DEI DEPUTATI COSTA
4.289.968 lire al minuto

Marina Salvadore (A.D.2000)          

 







Pagine viste a tutt'oggi